La Via del Rame

La Scelta del Rame nelle Distillazioni di Materiale Vegetale. Tra Estetica e Metallo Funzionale.

A Kinfolk Garden

8/11/2022 4 min read

LA VIA DEL RAME

Distillare con Alambicchi in Rame, tra Estetica & Metallo Funzionale

È noto da tempo che il rame è antimicrobico ed è stato usato nel corso della storia per purificare l'acqua. Ci sono prove che sia stato usato come biocida per oltre 4000 anni (Gabbay 2009).

C'è una pletora di informazioni sugli effetti antimicrobici del rame. In uno studio è stato dimostrato che i batteri Salmonella enterica sono sopravvissuti solo per quindici minuti sul rame (Zhu 2012). Non è sempre chiaro perché il rame sia così efficace, ma le prove dei suoi effetti sono abbondanti. "Il rame esercita la sua tossicità per i microrganismi attraverso diversi meccanismi paralleli, che alla fine possono portare alla morte dei microrganismi anche entro pochi minuti dalla loro esposizione al rame" (Gabbay 2009).

Il rame è importante per migliorare la salute pubblica:

Le sue proprietà anti-patogene aiutano a prevenire le infezioni nelle case, sul lavoro e negli ospedali. I tubi di rame sono ampiamente utilizzati nelle tubature perché possono contribuire a preservare la purezza dell'acqua potabile. Il rame ha effetti antimicrobici in grado di inibire i microrganismi presenti nell'acqua, come batteri, virus, alghe e parassiti infettivi nella fornitura di acqua potabile. Anche le superfici in rame e ottone, come le maniglie delle porte e i piani dei tavoli, possono ridurre la diffusione di organismi portatori di malattie. Le intossicazioni alimentari di origine microbica possono essere ridotte utilizzando superfici in rame per la preparazione dei cibi.

La Scelta degli Alambicchi in Rame nella Distillazione di Materiale Vegetale

Le proprietà del rame si prestano bene alla distillazione; eccellente trasferimento di calore, conduttore efficiente, facilmente malleabile, efficace antimicrobico e una naturale resistenza alla corrosione. A mio parere, è il metallo più adatto per gli Idrolati, anche se potrebbe non essere sempre il migliore per gli oli essenziali.

Nell'industria degli oli essenziali, l'acciaio inossidabile è il metallo preferito per i grandi alambicchi. Ciò è dovuto in parte al costo inferiore, e anche in parte alla sua natura non reattiva. Quando Idrolato e oli essenziali vengono distillati in alambicchi in acciaio inossidabile, producono qualcosa chiamato "nota naturale". La "nota ferma" è il risultato di composti di zolfo e lievito che non sono stati rimossi durante il processo di distillazione. Questa "nota" alla fine scomparirà nel tempo, che vanno da settimane a mesi, man mano che lo zolfo si dissipa. Quando i distillatori parlano di invecchiamento o di riposo dei loro oli essenziali o Idrolato, significa che stanno aspettando che la nota ancora scompaia prima che i loro prodotti siano commerciabili. Questo solleva un punto importante; gli Idrolati sono deperibili e hanno una durata di conservazione molto più breve rispetto alle loro controparti di olio essenziale. Se ci vogliono mesi perché un Idrolato distillato in un acciaio inossidabile perda ancora questa nota ancora offensiva, avrai ridotto la sua durata di conservazione forse della metà o anche di più mentre aspetti che la nota ancora diminuisca. Un Idrolato distillato in un alambicco di rame è immediatamente dolce e utilizzabile. Questo è un ottimo motivo per distillare i tuoi Idrolati con alambicchi di rame! Il rame è reattivo, ed è proprio per questo che vuoi usarlo per distillare Idrolati. Sia lo zolfo che il lievito si trovano naturalmente nelle piante. Lo zolfo profuma e ha un sapore ripugnante. Durante il processo di distillazione, il rame si lega agli ioni zolfo e li rimuove dall'acqua distillata.

È a causa di questa reazione ai solfuri che produce idrosol così dolci direttamente dall'alambicco. I distillatori di alcol sanno da secoli che la distillazione di alcolici in alambicchi di rame rende un prodotto più fine e pulito. Ci sono alcuni distillatori che possono modificare i loro alambicchi in acciaio inossidabile incorporando un po' di rame da qualche parte nella fase di condensazione; ma è stato scoperto che "mettere il rame in una singola sezione non potrebbe replicare l'effetto degli alambicchi di rame pieni" (Harrison 2011). In altre parole, la distillazione con un alambicco di rame solido è preferibile alla distillazione in un alambicco con una combinazione di metalli.

Durante i miei workshop sulla distillazione, uno dei primi esperimenti che facciamo è un confronto tra un Idrolato distillato su un alambicco di rame e una distillazione effettuata su un alambicco in acciaio inossidabile. Manteniamo costanti tutte le altre variabili. Usiamo lo stesso materiale vegetale, raccolto allo stesso tempo, lo stesso peso e gli stessi rapporti, la stessa temperatura, la stessa acqua e lo stesso tempo di distillazione. Gli studenti fanno parte dell'intero processo e quando abbiamo finito la distillazione ci sono sempre nasi rugosi quando annusano l'Idrolato fatto sull'alambicco in acciaio inossidabile, e espressioni di sorpresa e piacere quando si sente l'Idrolato fatto sull'alambicco di rame. La ragione di queste risposte è la reattività.

PERCHE' USARE IL RAME IN UN ALAMBICCO?

- in sintesi -

Il rame assorbe i composti contenenti zolfo e le cellule di lievito che si producono durante la fermentazione e la cui presenza è indesiderabile nell'acquavite o nell'olio essenziale.I composti solforati e le cellule di lievito puzzano. Il rame mantiene il distillato dolce.

Il rame riduce la contaminazione batterica.

Il rame ha eccellenti proprietà di trasferimento del calore, utili sia per il riscaldamento che per il raffreddamento dei vapori.

Il rame impedisce la produzione di etilcarbammato, una sostanza tossica che si forma dai cianuri (i cianuri si trovano nei noccioli della frutta ed in altri vegetali).

Il rame migliora anche la qualità del prodotto finale. Se la qualità  non è microbiologicamente perfetta, il rame migliora l'aroma del prodotto finale.

Il rame è sempre stato utilizzato per la costruzione di alambicchi fin dall'antichità. Con l'evoluzione dei tempi e delle tecnologie sono stati introdotti nuovi materiali, come l'acciaio inossidabile. Tuttavia, la vecchia Europa non cambierà mai i suoi alambicchi in rame con altri, grazie alla sua durata e alle sue influenze salutari sui risultati finali.